stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Pomaretto
Stai navigando in : Territorio > Risorse visitabili
Risorse visitabili
Esposizione permanente Antichi Mestieri - COLLEZIONE FERRERO

La "Collezione Ferrero" è un piccolo mondo in miniatura: scene di vita montanara e contadina, descritte in oltre 150 modellini scolpiti nel legno di bosso, che rappresentano il lavoro quotidiano del montanaro, come si svolgeva nella prima metà del 1900 in Val Germanasca. Un'attenzione particolare è stata dedicata ai lavori ed agli ambienti delle miniere di talco. La collezione è collocata nella Scuola Latina, che ha svolto per più di un secolo un ruolo di rilevante importanza nel quadro degli istituti di istruzione del mondo valdese.
Via Balziglia, 103 - 10063 Pomaretto (TO).

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI PER VISITE GUIDATE
Scuola Latina: tel. 0121-803684 (martedí e domenica ore 15-18), oppure cell. 338-5950997 oppure e-mail: scuolalatina@scuolalatina.it

oppure (per pacchetti integrati):

Ufficio "Il Barba" tel. 0121- 950203 e-mail:il.barba@fondazionevaldese.org
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12,30
Scopriminiera tel. 0121-806987 - e-mail: info@ecomuseominiere.it

 
TARIFFE PER VISITE NON GUIDATE
Periodo di apertura:
dal 1 Febbraio al 30 Novembre

Visite di gruppi e/o singoli:
Tutti i giorni della settimana su prenotazione sono possibili visite guidate per gruppi
Domenica ore 15-18:  apertura fissa per visite non guidate (non è necessaria la  prenotazione)
Ingressi: interi euro 3,00 - ridotti euro 2,00 (ragazzi fino a 14 anni, anziani oltre 65 anni)

ORARIO
Dal 1/2 al 30/11: venerdì 15:00 - 18:00, domenica 15:00 - 18:00
Per portatori di handicap: Agibile (concordare in anticipo)



"SCUOLA LATINA" di Pomaretto

L'associazione “Amici della Scuola Latina" ha concluso la ristrutturazione della “SCUOLA LATINA" di Pomaretto, trasformando l'ex scuola media in un centro di cultura locale,
che ospita nei suoi locali:
  • L'esposizione permanente "Antichi mestieri";
  • La Biblioteca del patouà, collocata al primo piano della Scuola Latina e intitolata al professor Arturo Genre, è un centro di documentazione multimediale sulla cultura occitana e locale, con particolare riferimento all'area delle valli Chisone, Germanasca e Pellice.
Il "cuore" della Biblioteca è costituito dalla raccolta completa delle opere dei due studiosi locali, Arturo Genre e Teofilo G. Pons.

A questa raccolta si aggiungono testi (libri, opuscoli, tesi di laurea) e audiovisivi (CD musicali, DVD) contenenti studi e ricerche, dizionari e grammatiche, canti e musiche, film e documentari, legati alla lingua provenzale alpina, e piú in generale alla cultura occitana, ma anche alla cultura materiale.

Questi due aspetti, cosí strettamente legati tra di loro, sono entrambi presenti anche nell'Esposizione "Gli antichi mestieri" e nei lavori di documentazione sui lavori tradizionali in montagna (ne sono un esempio i documentari Coltivare il grano saraceno" e Coltivare la vite".

Nella Biblioteca sono anche raccolti documenti non pubblicati, in forma sia cartacea sia informatizzata.

Infine, la presenza di testi e documenti in francese testimonia l'attenzione che la Biblioteca rivolge anche verso la seconda lingua minoritaria delle valli.

La Biblioteca assicura la fruizione del suo patrimonio a studiosi, ricercatori, appassionati, curiosi... e, in generale, a tutte le persone interessate a conoscere la cultura occitana e locale e ad approfondirne i contenuti.
 La Biblioteca assume anche un importante ruolo nei confronti delle scuole e della popolazione per le iniziative di tutela e valorizzazione delle lingue minoritarie, promosse in collaborazione con la locale Comunitá Montana  con l'Associazione culturale La Valaddo" e con il Centro Culturale Valdese.
 Alla Biblioteca del patou?sono collegate anche le attivitá dello Sportello linguistico ed i progetti finanziati dalla Legge 482 del 15/12/99 per la tutela delle lingue minoritarie storiche. Orari: vedi sito Scuola Latina.
 



Percorso DIFILOINFILO - Patrimonio Tessile

Itinerario turistico - didattico per le vie di Perosa e Pomaretto. In via Chiampo a Perosa Argentina, presso la sede dell'Associazione, è stato allestita una mostra permanente di Archeologia industriale. L'Associazione Ecomuseo di Perosa Argentina e Valli Chisone e Germanasca ha raccolto i materiali, documenti e testimonianze relativi all'attività tessile nella valle.

Info: Associazione Ecomuseo delle attività industriali di Perosa Argentina e Valli Chisone e Germanasca che ha raccolto i materiali, documenti e testimonianze relativi all'attività tessile nella valle.

tel. 339 7789999 mail: info@ecomuseoperosa.it




Il sentiero del vino Ramìe

L'escursione che si snoda tra i soleggiati e panoramici vigneti di vino Ramìe, ora D.O.C., lungo l'antica mulattiera che legava Pomaretto con le sue borgate, permette di meglio comprendere la coltivazione della vite ed il ruolo che questa aveva nell'economia dei montanari. Il vino potrà essere assaggiato durante il pranzo tipico presso agriturismi locali.

Carattere: gita escursionistica
Destinatari: gruppi, adulti e ragazzi.
Durata della visita: mezza giornata, 1 giornata su richiesta.
Numero minimo e massimo di partecipanti: da 1 a 25
Visita guidata: conoscenza di italiano, francese, inglese
Pranzo: tipico, escluso dalla tariffa



CIABOT punto degustazione e BIG BENCH


CIABOT PUNTO DI DEGUSTAZIONE
Il recupero di alcuni ciabot, ormai completamente diroccati, coperti da vegetazione, situati  all’interno di un’area  con appezzamenti fino al 2013  abbandonati, e con  il bando  del PSR   - Gal Escartons valli Valdesi -  è stato  ripulito  e   su una parte di circa 1500 mq  è stato  impiantato un vigneto didattico   con   i quatto vitigni  che caratterizzano il vino Ramìe:  Avana -  Avarengo - Becuet  - Chatus.
Con il coinvolgimento da parte della Citta Metropolitana di Torino nel progetto ALCOTRA:  STRADA DEI VIGNETI ALPINI è stato proposto il recupero  di alcuni  "Ciabot" realizzando un punto degustazione.
Riteniamo che il vino  Ramìe ...eroico per eccellenza.... assuma un importante valore se viene gustato all'interno delle aree di produzione.
Il progetto è stato curato dall'Architetto Gioacchino Jelmini e per la parte strutturale dall'Ingegnere Michele Ughetto.   I Lavori sono stati eseguiti con molta particolarità e attenzione dalla ditta Futur Garden S.r.l.
La struttura troverà una sua gestione e sarà disponibile per i produttori per   eventuali degustazioni con i propri clienti.


BIG BENCH TIMBRI E PASSAPORTI
Ecco un modo per rendere la visita alle Grandi Panchine ancora più divertente: collezionando i timbri di ogni panchina sul Passaporto BBCP.
Ciascun timbro riporta il logo delle Grandi Panchine ed il nome del paese in cui sono situate. Collezionare i timbri sul passaporto prova la tua visita a una determinata Grande Panchina diventando un perfetto souvenir.
Si informano i visitatori che per il timbro dei passaporti è necessario rivolgersi a:

AGRITURISMO LA CHABRANDA
Via Erminio Long, 28 - Tel. 0121.82018 Cell. 347 8190894 – 347 4958097
Email: info@agriturismolachabranda.it - sito: https://www.agriturismolachabranda.it/

HOTEL RISTORANTE CHIABRIERA    
B.ta Chiabriera, 2  -    Tel. 0121.803358
Email: info@hotelchiabriera.it - sito: http://www.hotelchiabriera.it/



   Il Territorio
Comune di Pomaretto - Piazza Libertà, 1 - 10063 Pomaretto (TO)
  Tel: 0121.81241   Fax: 0121.803719
  Codice Fiscale: 85003270015   Partita IVA: 01504050012
  P.E.C.: pomaretto@cert.ruparpiemonte.it   Email: pomaretto@ruparpiemonte.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.